Da sapere

TERPENI : Cosa sono e quali benefici nel CBD

Terpeni

Cosa sono i terpeni? I benefici dei terpeni nel CBD

Il profumo rinfrescante del limone, l’odore pungente della lavanda o quello speziato e avvolgente della cannella hanno qualcosa in comune con la cannabis. Questi inconfondibili aromi naturali sono prodotti dai terpeni! Vediamo insieme cosa sono e perché sono così importanti. Ecco cosa troverai in questo articolo Weedfly

Cosa sono terpeni
Terpeni e terpenoidi, quale differenza?
A cosa servono i terpeni?
I terpeni più diffusi in natura
Terpeni e CBD
L’effetto Entourage

Cosa sono i terpeni

Quando pensiamo alla cannabis pensiamo subito alle molecole di THC o CBD, i due cannabinioidi presenti nella canapa che interagiscono con dei particolari recettori che si trovano nel nostro organismo (per approfondire l’argomento leggi il nostro articolo sui recettori cannabinoidi).
Ma la Cannabis è una pianta complessa e la sua resina si caratterizza per la presenza di moltissimi altri elementi chimici naturali tra cui i cannabinoidi, i terpenoidi e i flavonoidi.
I terpeni sono biomolecole, cioè composti chimici formati da carbonio e idrogeno. Sono prodotte da moltissime piante, oltre che da alcuni insetti, e sono responsabili del caratteristico odore di fiori e piante.
Sono concentrati all’interno di minuscoli cristalli a forma di fungo, chiamati tricomi, che rivestono le foglie e i fiori della canapa e dalla cui resina si ricavano anche gli oli essenziali.

Terpeni e terpenoidi, quale differenza?

Quando i terpeni si combinano con altri elementi, come l’azoto, l’ossigeno, il fosforo o lo zolfo, si trasformano in terpenoidi. Terpeni e terpenoidi quindi si distinguano nettamente per la loro composizione chimica, ma presentano caratteri comuni e proprietà simili. Entrambi, infatti si trovano nella resina e contribuiscono a produrre la tipica fragranza delle inflorescenze.

A che servono i terpeni?

Oltre a determinare l’aroma e il sapore, le piante utilizzano i terpeni per proteggersi da agenti patogeni e per difendersi dai predatori. Grazie a questi aromi pungenti, per esempio, le piante possono respingere alcuni insetti infestanti.
Un’altra importantissima funzione poi, è quella di facilitare la riproduzione attirando gli insetti che ne favoriscono l’impollinazione.

Terpeni
Terpeni

cosa sono i terpeni

Sono concentrati all’interno di minuscoli cristalli a forma di fungo, chiamati tricomi, che rivestono le foglie e i fiori della canapa e dalla cui resina si ricavano anche gli oli essenziali.

I terpeni più diffusi in natura

I terpeni più diffusi in natura sono il Limonene (agrumi), il Mircene (luppolo), il Pinene (conifere), il Beta-Cariofillene (pepe nero), il Borneolo (rosmarino) e l’Eucaliptolo (eucalipto).

Questi sono solo i terpeni più conosciuti ma gli scienziati sono arrivati a identificarne oltre 20mila tipologie diverse.

Di questi circa 200 sono stati trovati nella cannabis. Vediamo allora quali sono i terpeni più comuni nella canapa e quali effetti producono.

Terpeni e CBD

I terpeni più comuni nella cannabis sono 7, ognuno di loro ha aromi caratteristici e a seconda della loro concentrazione producono effetti diversi:

  • Mircene: presente anche nel luppolo, ha un odore avvolgente e intenso, che ricorda quello dei chiodi di garofano. È il terpene più frequente nelle piante di canapa ed è noto per gli effetti antinfiammatori e rilassanti.
  • Limonene: ha un forte odore di agrumi ed è il secondo terpene più comune presente nella cannabis dopo il mircene. È conosciuto per le sue proprietà antibatteriche e antimicotiche.
  • Linalolo: ricorda molto l’odore acuto della lavanda e ha un effetto sedativo, calmante e di regolatore dell’ansia.
  • Beta-cariofillene: è presente in pepe nero, calendula e chiodi di garofano. Da questa premessa è facile intuire quindi che il suo sapore è speziato e intenso e si contraddistingue per sua azione antinfiammatoria e antidolorifica.
  • Pinene: presente nelle conifere, salvia e rosmarino, ha proprietà antinfiammatorie e antisettiche.
  • Terpineolo: produce un intenso profumo di fiori e ha un’azione sedativa e rilassante.
  • Nerolidolo: è presente soprattutto nello zenzero e nella citronella e, come il terpineolo, ha un effetto sedativo e rilassante.

terpeni cannabisL’effetto Entourage

I terpeni sono anche responsabili del così detto “effetto entourage”. Questo termine è stato coniato dai ricercatori per descrivere la complessa interazione delle diverse sostanze chimiche “vicine” tra loro, “entourage”.

L’interazione tra cannabinoidi e terpenoidi produce un aumento dell’efficacia degli effetti benefici e terapeutici che abbiamo visto fin ora, che derivano proprio dalla loro sinergica interazione.


In estrema sintesi possiamo dire che la pianta ha essenzialmente bisogno di tutti i suoi composti per produrre benefici misurabili.


Speriamo di averti aiutato a capire cosa sono i terpeni, a cosa servono e quali sono i più diffusi.

Adesso che sei un esperto di aromi e terpeni scopri sul nostro shop quale CBD che si avvicina di più alle tue esigenze…

…e con il nostro servizio di delivery* voliamo direttamente a casa tua per la consegna! *(servizio disponibile su Firenze e Milano)

Related Posts