Da sapere

Riconoscere sesso Cannabis

Riconoscere sesso Cannabis

Come riconoscere la Cannabis: Femmina o Maschio?

Tempo di lettura: 3 minutes.

Fiocco rosa o azzurro? Come riconoscere sesso cannabis e saperlo fare per le piante di marijuana è fondamentale per capire se il raccolto darà i “fiori” sperati!
La maggior parte delle specie vegetali sono infatti ermafroditi o monoiche, sulla stessa pianta, cioè, sono presenti i gameti dei due sessi per potersi autoriprodurre ma la nostra pianta preferita si distingue anche in questo Ecco cosa troverai in questo articolo di Weedfly:
La cannabis è una pianta monoica o dioica?
Cannabis maschio, femmina ed ermafrodita
Perché “speriamo che sia femmina”?
Come riconoscere il sesso della pianta di cannabis
Come vengono utilizzate le piante di Cannabis maschio?

  • La cannabis è una pianta monoica o dioica?

    Quando parliamo di monoico o dioico facciamo riferimento alla sessualità di una pianta, ovvero alla modalità in cui questa si riproduce. 
    La maggior parte delle specie vegetali, come ad esempio la zucca, la betulla ed il granturco sono monoiche (dal greco una casa) e possono fecondarsi utilizzando polline autoprodotto perché sulla stessa pianta è presente un solo tipo di fiore con una parte maschile (stame) ed una femminile (pistillo).
    La canapa, invece, appartiene alla famiglia delle piante dioiche (dal greco due case), esistono cioè piante che si differenziano l’una dall’altra a seconda del sesso. I fiori “maschi” producono polline, mentre i fiori “femminili” producono semi oppure resina se si impedisce che vengano impollinati. 
    Questa peculiarità consente ai coltivatori di selezionare e separare i due generi per ottenere cime di qualità superiore, dette sinsemilla (“senza semi” in spagnolo) con elevate quantità di resina, evitando che i fiori vengano fecondati.
    Riconoscere sesso Cannabis

  • Cannabis maschio, femmina o ermafrodita?

    Durante lo stadio di plantula e la fase vegetativa gli esemplari di cannabis maschio e femmina appaiono identici; è solo al momento della fioritura che si può intuire il sesso della pianta perché crescono in modo diverso.
    Le femmine si riconoscono facilmente perché producono dei filamenti bianchi e crescono con cime fiorite vischiose e ricche di cannabinoidi
    I maschi invece sviluppano delle sacche a forma di grappolo piene di polline. Sia i fiori che le sacche di polline spuntano dai nodi della cannabis, cioè i punti in cui i rami si intersecano con lo stelo principale.
    Certe volte però può anche accadere che nascano esemplari ermafroditi, con caratteristiche maschili e femminili sulla stessa pianta. I motivi per cui questo accade possono essere molteplici e di solito sono riconducibili ad un eccessivo stress a cui è sottoposta la pianta durante la coltivazione o semplicemente ad una questione genetica. Dobbiamo infatti ricordare che tutto il processo di coltivazione della canapa e di produzione di piante sinsemilla è “innaturale” e funzionale ad impedire che avvenga l’impollinazione, per cui può accadere che la pianta metta in atto strategie di sopravvivenza attraverso l’autoimpollinazione. 
    Come per gli esemplari maschili, per ottenere cime di qualità superiore è importante identificare e separare le piante ermafrodite per evitare che vadano ad impollinare i fiori femminili di altre piante!Riconoscere sesso Cannabis

  • Perché “speriamo che sia femmina”?

    Non è un segreto che coltivatori e consumatori siano interessati soprattutto alle piante di marijuana femmine, le uniche che sviluppano le infiorescenze ricche di resina
    Le piante possono assumere strutture diverse ed avere periodi di fioritura più o meno lunghi ma, con le giuste condizioni ambientali e di luce/buio, le femmine iniziano a produrre le cime che si ricoprono di tricomi, i minuscoli cristalli a forma di fungo che conferendo alla pianta la caratteristica peluria, e iniziano a produrre i terpeni e cannabinoidi come il CBD e il THC.Riconoscere sesso Cannabis

  • Come si riconosce il sesso della pianta di cannabis?

    Durante la fase vegetativa, è quindi molto difficile distinguere il sesso della pianta. Anche se alcune varietà rilevano in anticipo se saranno maschi o femmine, per la maggior parte è necessario attendere il momento della pre-fioritura per osservare la loro diversa conformazione.
    Determinare tempestivamente il sesso è indispensabile per evitare l’impollinazione accidentale! Ecco qualche suggerimento per riconoscerlo: 

    Pre-fiori di marijuana maschili
    I pre-fiori maschili spuntano dalla pianta con calici a 5 sepali (foglie) e sviluppano piccole sacche lisce tra i rami e lo stelo che somigliano a piccole “palline” vedi, visibili solo con lente di ingrandimento. 
    In fase di fioritura avanzata le sacche cariche di polline iniziano a formare grappoli più grandi ben evidenti anche senza lenti che si disperdono in 2-3 settimane. 
    Per riconoscere i maschi è quindi importante fare attenzione che non siano presenti pistilli su queste piccole sacche.

    Pre-fiori di marijuana femminili 
    I pre-fiori femminili sono caratterizzati da calici a forma di goccia, con sottili filamenti (i pistilli) che fuoriescono dalla punta. Anche i fiori femmina emergono dai nodi e nel giro di qualche settimana questi piccoli pre-fiori si trasformano in cime dense e compatte.
    Se gli esemplari maschili ed ermafroditi sono stati prontamente separati, le cime iniziano a produrre resina ricca di cannabinoidi e terpeni fino al termine del ciclo vitale..
    Per individuare le piante femmina è quindi importante fare attenzione alla peluria presente sulla pianta e ai pistilli che spuntano per catturare il polline nell’aria.

  • Come vengono utilizzate le piante di Cannabis maschio?

    Per ottenere infiorescenze ricche di resina dobbiamo quindi isolare le piante femmina ma della “canapa non si butta via niente” e anche con le piante maschio possiamo farne buon uso! 
    Le piante di canapa “maschio” vengono infatti utilizzate per selezionare varietà di cannabis quando si creano nuove genetiche e, avendo fibre più flessibili e resistenti rispetto alle femmine, sono ampiamente utilizzate a livello industriale  per produrre carta, nella bioedilizia e nel settore tessile.

In questo articolo abbiamo visto come distinguere le piante il sesso della cannabis, come favorire la produzione di resina ricca di cannabinoidi e perché “speriamo che sia femmina”! Non perderti nemmeno una notizia sul mondo Weed scopri altre curiosità sul nostro Blog e seguici sui canali Social! 👍

Related Posts